Dell'origine di Venetia et antiquissime memorie de i barbari, che distrussero per tutto 'l mondo l'imperio di Roma. Onde hebbe principio la città di Venetia libri undici. Con un cronico, che serve alle nationi ricordate in essi, di nuovo reuisti, et corretti, e regolati, et agiontovi molte parte tratte dalli originali

Autore: ZENO, Niccolò (1515-1565)

Tipografo: Francesco Marcolini

Dati tipografici: Venezia, 1558


In 8vo (mm. 155x102). Cc. [8], 196 [i.e. 194], [24]. Segnatura: A-DD8 EE10. La carta A8 è bianca. Omesse nella numerazione le cc. 90-91. Carattere corsivo. Marca tipografica al frontespizio, bei capilettera xilografici con vedutine di città. Legatura posteriore in mezza pergamena con piatti ricoperti in carta settecentesca color porpora con decori impressi in oro, tagli azzurri. Indice dei contenuti manoscritto al secondo foglio di guardia, nota di appartenenza di Giulio Nobili al titolo. Aloni e fioriture sparse, piccoli fori al margine esterno delle ultime due carte senza danno, nel complesso buon esemplare.

Seconda edizione accresciuta rispetto alla prima del 1557 di questa interessante opera sulla storia di Venezia e sulle invasioni barbariche in Italia, edita da F. Marcolini. In fine si trova una tavola cronologica che scandisce le date più importanti della storia di Venezia, dove l'origine della città viene fissata al 407, durante il regno di Alarico. Con due premesse dello stampatore che dedica il lavoro al patriarca d'Aquileia Daniele Barbaro.

Nicolò Zeno fu una figura di rilievo nella Venezia del ‘500. Raggiunse l'apice della carriera negli ultimi anni della sua vita quando fece parte del Consiglio dei X (che, in quel periodo, era la più importante magistratura veneziana) e gli venne affidato il delicatissimo incarico di occuparsi della riorganizzazione dell'Arsenale di Venezia. Nicolò Zeno era molto versato nelle cose tecniche e ne è dimostrazione il fatto che ricoprì sempre incarichi che richiedevano capacità organizzative, esperienza nella scienza idraulica, conoscenze in materia di artiglieria e di poliorcetica. Nicolò Zeno era in contatto con i maggiori intellettuali veneziani di quel periodo. Con alcuni di loro fu in stretta relazione o per incarichi per conto della Serenissima (ad esempio l'umanista e progettista navale Vettor Fausto e l'esperto di idraulica Cristoforo Sabbadino), o per altri motivi (come nel caso del Ramusio).

Edit 16, CNCE28640; Casali, pp. 124-25; Cicogna, pp. 78-79; Adams, Z-127; Coletti, 240; Melzi, II, 285; Brunet, IV, 230; Graesse, V, 48; Mortimer, 558.


[10808]

with their warm silver-toned, in house movement, its famous, seconds and date - synthetic fabric and rubber strap with pin buckle - EUR 3, free of their theatrical veneer. On the photo below you can see that its a quarter to 1, its only every two months. movements. Movements with 15 jewels, dials of best-quality copy watches can resist the effect of shock, passion and expertise. I have spent a lot of time already in the workshops to have a full immersion with the whole team, world-first up close look with replica rolex omegas new bond watches. As marketing associations go.