Theophili Protospatarii De corporis humani fabrica libri quinque a Iunio Paulo Crasso Patavino in Latinam orationem conversi. Hippocratis pręterea coi De purgatoriis medicamentis libellus perutilis ac desideratus ab eodem Iun. Paulo Cras. Latinitate donatus

Autore THEOPHILUS PROTOSPATHARIUS (fl. VII sec.)-GRASSI, Giunio Paolo (m. ca. 1575)-HIPPOCRATES (ca. 460-377 a.C.).
Tipografo Ottaviano Scoto il Giovane
Dati tipografici Venezia, 
Prezzo Venduto/Sold
De corporis humani fabrica

In 8vo (mm. 151x104). Pp. 114, [6]. Segnatura: a-g8 h4. La carta h4 è bianca. Marca tipografica al titolo. Cartone posteriore. Piccolo segno di tarlo al margine superiore bianco delle ultime 4 carte ben lontano dal testo, qualche fioritura marginale, nel complesso ottima copia.

Seconda edizione in latino (di fatto una riemissione della prima edizione stampata da Scoto nel ‘36) del De hominis fabrica di Theophilus Protospatharius. Il testo greco originale fu pubblicato a Parigi nel 1555.

Theophilus, medico bizantino al servizio dell'imperatore Heraclius, ci ha lasciato un'originale descrizione del muscolo ‘palmaris brevis' e del nervo olfattivo. Ha scritto inoltre un fondamentale trattato sull'urina che è rimasto un'autorità in materia per secoli. Sia il testo di Theophilus che quello di Ippocrate sono qui presentati nella traduzione latina di Giunio Grassi, traduttore di molte opere mediche greche.

Edit 16, CNCE48085; Hoffmann, III, p. 522; Durling, 4342; Wellcome I, 6261 (prima edizione).

  • De corporis humani fabrica
  • De corporis humani fabrica