L’Hipermestra festa teatrale rappresentata dal sereniss. principe cardinale Gio. Carlo di Toscana per celebrare il giorno natalizio del real principe di Spagna

Autore MONIGLIA, Giovanni Andrea (1624-1700).
Tipografo nella Stamperia di S.A.S.
Dati tipografici Florence, 
Prezzo Venduto/Sold
L'Hipermestra festa teatrale

(legato con:)

[Rucellai Ricasoli, Orazio (1614-1674)]. Descrizione della presa d'Argo e de gli amori di Linceo con Hipermestra; festa teatrale rappresentata dal signor principe cardinal Gio. Carlo di Toscana... per celebrare il natale del sereniss. principe di Spagna. Firenze, nella Stamperia di S.A.S., 1658.

Due opere in un volume in 4to (mm. 207x150); legatura coeva in piena pergamena molle, piatti entro ricca bordura dorata con fleuron in oro al centro, dorso ornato (mancano i legacci); antiporta incisa, pp. [16], 78, [2 bianche] con 13 tavole fuori testo più volte ripiegate (mm 355x465 ca.); pp. 32. Segnatura: +4 *4 A-K4; [A]-D4. La carta k4 è bianca. Alla fine della Descrizione manca una carta recante l'errata corrige, che figura solo in una parte, seppur maggioritaria, degli esemplari censiti. Un po' sciolto, piegatura centrale di una tavola restaurata, qualche carta leggermente brunita, lievi aloni marginali, ma nel complesso ottima copia intonsa con barbe, genuina e nella sua prima legatura. L'antiporta reca in basso le armi del cardinale Giovanni Carlo de' Medici che commissionò la festa ed in alto quelle del dedicatario del libro Don Luigi de Aro Conte d'Olivares (la dedica è firmata da Moniglia e datata 12 giugno 1658).

RARA PRIMA EDIZIONE. «The plates are unsigned in our copy. Wotquenne says “gravées par Silvio degli Alli”. Twelve represent scenes from the opera, the thirteenth represents an interior view of the Teatro de la Pergola, seen from the stage. Three acts and prologue, preceded by Antefatto and the author Moniglia's dedication of date Florence, june 12, 1658. The text is followed by: Descrizione della presa d'Argo… According to Moniglia's preface to his Poesie drammatiche this description of Hipermestra was written by Orazio Ricasoli Rucellai. He gives a minute synopsis of the action, mentions the noblemen who partecipated in the ballets and in the Abbattimento, narrates the preparations for performance, the beginning of which he dates june 18, 1658 “verso le 24 ore”, with a display of extraordinary hospitality towards his guests by the cardinal, gives a brief description of the new “Teatro dell'Accademia de gl'Immobili” (Teatro de la Pergola) and says: “terminata che fu la composizione di questo dramma, speditamente si trasmise al Sig. Francesco Cavallo a Venezia, acciò che con artifizio di suo armonioso contrappunto traesse altrui di mezo al cuore i più teneri, e compassionevoli affetti, che all'espressione delle parole, e de gli avvenimenti poetici fussero più confacevoli, ed egli che viene oggi reputato il primo compositore d'Italia, particolarmente sopra lo stile drammatico, con prestezza incredibile ne rimandò il componimento di tanta dolcezza, e soavità di stile, che… in questa sua opera può dirsi che abbia superato se stesso. Il pensiero poi di fare la scelta de' musici, e delle voci più adatte alle parti degl'interlocutori, et assister loro con ogni maggior studio, e diligenza, fu dato da S.A. alli SS. Marchese Filippo Niccolini suo maestro di camera, e march. Gio: Batista del Monte suo cavallerizzo maggiore, ed alli SS. Pietro Strozzi, e Filippo Franceschi, che hanno somma diletazione nella musica, et ottimo gusto al pari de professori medesimi”» (O.G.T. Sonneck, Library of Congress. Catalogue of Opera Librettos printed before 1800, Washington, 1914, p. 595).

Il nome del Moniglia compare nelle prefazioni della prima e della seconda opera. Il libretto fu musicato da Pier Francesco Cavalli (P.F. Caletti-Bruni, 1602-1676), compositore cremasco erede della tradizione monteverdiana, mentre le scene e i costumi furono realizzati rispettivamente da Ferdinando Tacca e Stefano della Bella. Tommaso Guidoni si occupò della coreografia dei balletti. La prima rappresentazione de L'Hipermestra, che fu commissionata dal cardinale Giovanni Carlo de' Medici (1611-1663) per celebrare la nascita di un figlio di Filippo IV di Spagna, avvenne a Firenze presso il Teatro dell'Accademia degli Immobili (le cui armi figurano sopra il proscenio) il 18 giugno del 1658. Il libretto narra della storia d'amore fra Ipermestra, figlia di Danao, e Linceo, che viene variamente contrastata dagli dei (Apollo, Teti, Venere e Vulcano) (cfr. G. Yans, Un opéra de Francesco Cavalli pour la cour de Florence: l'Hipermestra, Bologna, 1979, passim).

Catalogo unico, IT\ICCU\BVEE\026802 e IT\ICCU\PARE\022001. OCLC, 78244228 e 45411629. U. Manferrari, Dizionario universale delle opere melodrammatiche, Firenze, 1954, I, pp. 218-219. G. Melzi, Dizionario di opere anonime e pseudonime di scrittori italiani, Milano, 1848, I, p. 286. C. Sartori, I libretti italiani a stampa dalle origini al 1800, Cuneo, s.d., nr. 13542. Katalog der Ornamentstichsammlung der staatlichen Kunstbibliothek Berlin, nr. 4123. C. Molinari, Le nozze degli dei. Un saggio sul grande spettacolo italiano nel Seicento, Roma, ca. 1968, figg. 102-112. A. Blumenthal, Theater Art of the Medici, Hanover (NH), 1980, pp. 186-192, nn. 89-90. S.P. Michel, Répertoire des ouvrages imprimés en langue italienne au XVIIe siècle conservés dans les bibliothèques de France, Paris, 1975, V, p. 188. 

  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale
  • L'Hipermestra festa teatrale