Elementi di medicina del dottor Giovanni Brown con molte note dilucidazioni e commenti dello stesso autore tradotti dall’inglese opera cui vanno in seguito nuovi commenti ed osservazioni volume I. [-III.]

Autore: BROWN, John (1735-1788) - SCHMUCK, Edmund Joseph (1771-1793)

Tipografo: fratelli Marotta

Dati tipografici: Napoli, 1796

Formato: in ottavo

Tre volumi in 8vo (mm. 200x130). Pp. XXXI, [1 bianca], 269, [3 bianche]; 243, [1 bianca]; 1-109, [3], 113-156 (Avviso degli editori alla pagina [110], pp. [111-112] bianche). Alla p. 113 del terzo volume cominciano le Riflessioni sopra alcuni punti della dottrina di Brown. Del dott. Edmundo Schmuck dirette al sig. Giuseppe Frank dott. di medicina in Pavia. 1793. Pergamena rigida coeva, duplice tassello con titolo e numero del volume impressi in oro ai dorsi, tagli picchiettati. Minime fioriture marginali e qualche lieve brunitura sparsa, ma ottima copia fresca e genuina.

PRIMA EDIZIONE della traduzione italiana dell'opera principale del medico e biologo inglese John Brown, la cui prima edizione assoluta apparve in latino nel 1780. “Scolaro di W. Cullen a Edimburgo, [Brown] è il creatore del sistema che ebbe una diffusione enorme al suo tempo e che fu chiamato brownianismo” (Castiglioni, p. 599). La teoria del Brown venne ripresa in Italia per primo da Giovanni Rasori, che nel 1792 ne pubblicò un compendio. Il trattato ebbe grande successo e fu più volte ristampato in tutta Europa.

In sostanza, la teoria browniana riconduce tutte le malattie ad una questione di sovra o sotto-stimolazione. Brown si concentrò sui fattori esterni visti come stimoli che portano all'eccitabilità del corpo e conseguentemente alle diverse malattie. Egli sostiene che qualsiasi sintomo o comportamento che si discosta dal comportamento sano di un individuo suggerisce un eccesso di eccitazione del corpo. In particolare, Brown etichetta l'eccesso di stimolazione come stato stenico e la sotto-stimolazione come stato astenico. Per le malattie steniche, i trattamenti di Brown includevano vomito, aria fredda e purga. Per le malattie asteniche, Brown prescriveva oppio, arrosto di manzo e bevande alcoliche.

Catalogo unico, IT\ICCU\NAPE\008367; Biographie Médicale, II, p 575; Blake, p. 67.


[8223]