Il cambista instruito per ogni caso de' fallimenti, o sia Instruzione per le piazze mercantili [...] Opera pratica, e legale di Giuseppe Maria Casaregi [...] Con alcune decisioni dello stesso autore, poste in fine dell'opera, intorno alla medesima materia

Autore: CASAREGI, Giuseppe Lorenzo Maria (1670-1737)

Tipografo: ad instanza di Donato Donati di Livorno

Dati tipografici: Firenze, 1723


In 4to (mm. 207x148). Pp. [24], 372 e il ritratto calcografico dell'autore fuori testo sottoscritto “Io. Dominicus Ferretti Inv. et del. Cosmus Mogalli sculp. Florentiae 1723”. Iniziali e fregi xilografici. Sull'occhietto e al verso dell'ultima carta firma di appartenenza coeva “Ad uso di me Bart. Raimondi”. Pergamena rigida coeva con titolo manoscritto al dorso. Alcuni fascicoli bruniti, sporadiche fioriture, ma ottima copia genuina.

 

Prima edizione di “[questa] ‘opera pratica e legale', come la definisce lo stesso Casaregi, […] Il Cambista istruito per ogni caso de' Fallimenti o sia istruzione per le piazzemercantili edito a Firenze nel 1723 e nel 1729 (con integrazioni), a Venezia nel 1737 e nel 1740, nell'Operaomnia. Nell'edizione del 1723 vi è una Giuntad'alcune decisioni confacevoli allamateria delladecozione de' mercanti [p. 153 e sgg.], che comprende due decisioni della Rota romana, sei della Rota fiorentina col Casaregi uditore, e un'integrazione ai discursus 59, 60 e 61. Il Casaregi, rispettando ancora una volta le proprie scelte dottrinali, tende a chiarire alcuni punti controversi a proposito del rapporto tra fallimento e lettera di cambio e a difendere il più possibile l'elemento di buona fede dei negozi mercantili” (V. Piergiovanni, Casaregi Giuseppe Lorenzo Maria, in: “Dizionario Biografico degli Italiani”, XXI, 1978, s.v.).

Originario di Genova, Casaregi conseguì la laurea in utroque jure presso l'Università di Pisa nel 1691, fu attivo fino al 1717 come avvocato, consulente, arbitro e giudice, fece parte successivamente parte della Rota di Siena e poi di quella di Firenze. Morì a Firenze nel 1737. Tra le sue opere ricordiamo i Discursus legales de commercio (prima edizione 1707; edizione definitiva 1740), che raccolgono il frutto della sua attività legale di avvocato e giudice, e il fortunato e più volte ristampato Consolato del Mare (prima edizione: Firenze, 1719).

 

Kress, 3501; Goldsmiths', 6198.


[9537]