La cacciagione de’ volatili, osia l’arte di pigliare uccelli in ogni maniera, con i rimedj per guarirli dalle loro malattie. Opera del roccolista Giovanni Pontini da Castelcucco di Asolo

Autore PONTINI, Giovanni.
Tipografo Giandomenico Occhi Librajo in Piazza
Dati tipografici Vicenza, 
Prezzo 1.200,00
La cacciagione de’ volatili

In 8vo (mm. 180x121). Pp. 110, [2] e [14] tavole incise in rame fuori testo, di cui due ripiegate. Segnatura: A-G8. Le tavole fuori testo comprendono: antiporta, stemma calcografico del conte Ghellini, 12 belle illustrazioni incise da Cristoforo Dall'Acqua raffiguranti diverse specie di uccelli. Fregio xilografico al frontespizio. Capilettera, frontalini e finalini ornati. Cartonato coevo con titolo manoscritto al dorso (minime mancanze al dorso). Un po' sciolto, lievi fioriture sparse, ma ottima copia genuina.

Provenienza. Il volume proviene dalla “Bibliotheca Tiliana” (ex-libris al contropiatto anteriore e timbro al verso del frontespizio), la vasta biblioteca privata dell'imprenditore tedesco Kurt Lindner (1906-1987). La Bibliotheca Tiliana, che comprendeva circa 12.000 opere risalenti ad epoche diverse, costituì la più grande biblioteca al mondo sul tema della caccia. Alla morte di Lindner la collezione fu messa all'asta.

EDIZIONE ORIGINALE di questa importante opera dedicata alla caccia degli uccelli con le reti, tuttora attivamente praticata in Veneto. Accanto alle tecniche di cattura, sono descritti anche vari tipi di uccelli, alcuni dei quali da utilizzare come richiamo, con riferimenti al canto, alle abitudini di vita, al cibo preferito, alle malattie, ecc.

Ceresoli, p. 436; Harting, nr. 286; Catalogo unico, IT\ICCU\VIAE\000142.

  • La cacciagione de’ volatili
  • La cacciagione de’ volatili
  • La cacciagione de’ volatili