MISSAE in agenda defunctorum tantum deservientes juxta usum Ecclesiae Romanae cum Ordine et Canone extensae

Autore: MISSAE

Tipografo: Lelio dalla Volpe

Dati tipografici: Bologna, 1744

Formato: in folio

Legature funebri in cartone stampato

In folio (mm. 335x230). Pp. 24. Segnatura: A12. Frontespizio stampato in rosso e nero con vignetta in legno al centro raffigurante uno scheletro. Iniziali ornate. Xilografia a piena pagina alla carta A4v raffigurante la Crocifissione. Testo stampato in rosso e nero su due colonne. Notazione neumatica nera su tetragramma rosso. Pregevole legatura coeva in cartone giallo recante ai piatti una grande xilografia che entro una bordura a motivi vegetali raffigura dei teschi ed delle ossa ammucchiate sopra ad un cumulo di terra. Numerose mancanze ai piatti e al dorso, strappi e rinforzi ai margini interni ed esterni di alcune carte, alcune macchie ed aloni, ma nel complesso in buono stato di conservazione tenuto conto anche della fragilità dell'oggetto. Conservato in astuccio di tela.

(si offre insieme:)

MISSAEin agenda defunctorum tantum deservientes. Ex Missali Romano recognito desumptae, cum Ordinario, et Canone, ut in ispis servatur: ad usum, et commoditatem omnium Ecclsiarum. Bologna, Giulio Borzagni, 1690.

In folio (mm. 350x234). Pp. 24. Segnatura: A12. Frontespizio stampato in rosso e nero con una grande vignetta xilografica al centro raffigurante un cadavere circondato da simboli del potere ecclesiastico. Iniziali ornate. Xilografia a piena pagina alla carta A4v raffigurante la Crocifissione. Testo stampato in rosso e nero su due colonne. Con annotazioni musicali stampate in nero. Pregevole legatura coeva in cartone giallo recante ai piatti una grande xilografia che, entro una bordura a motivi vegetali, mostra uno scheletro che si sorregge con una spada, ai piedi resti di ossa e scorpioni (la figura è liberamente tratta da una delle illustrazioni della Fabrica di Vesalio, cfr. J.B. de C.M. Saunders & Ch.D. O'Malley, Vesalius. The Illustrations from his works, Cleveland-New York, 1950, pl. 21). Numerose mancanze ai piatti e al dorso, tracce d'uso e qualche macchia, ma nel complesso ottimamente conservato. In astuccio di tela.

Si offrono insieme due magnifici esempi di legatura funebre in cartone stampato con illustrazioni xilografiche. Considerata la fragilità di questo tipo di legature e lo scopo pratico dei libri liturgici in essa contenute, si tratta di due rarissime sopravvivenze. Delle due edizioni la prima è apparentemente sconosciuta, mentre della seconda esiste una copia ad Harvard avente una legatura analoga (OCLC, 885161151).


[6945]