Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio, in risposta alle due difese del dominio, e alla dissertazione istorica. S’aggiunge una tavola cronologica, con un’appendice d’investiture cesaree, e d’altri documenti spettanti alla controversia di Comacchio.

Autore MURATORI, Ludovico Antonio.
Tipografo
Dati tipografici [Modena], 1712
Prezzo € 480,00
Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.

In folio (mm 292x198). Pp. XXXX, 420. Segnatura: a-e4A-Vv4Xx6Yy-Fff4. Iniziali e fregi xilografici. Lievi aloni marginali alle prime carte. Piccoli forellini di tarlo, che non interessano il testo, all'angolo superiore esterno delle carte con numerazione romana e fino a pagina 137. Nota manoscritta al frontespizio: “Opera del Chiariss.o Preposto Muratori”. Piena pergamena coeva con tassello e titolo in oro al dorso. Tagli spruzzati in azzurro. Bellissima copia di grande freschezza.

PRIMA EDIZIONEdell'opera principale tra quelle redatte dal Muratori a sostegno delle rivendicazioni avanzate dal duca di Modena sul possesso di Comacchio, con particolare riferimento al testo di Giusto Fontanini Il Dominio temporale della Sede Apostolica sopra la città di Comacchio(1708). Il possesso di Comacchio aveva causato un'aspra contesa fra la corte papale e quella estense. Comacchio e le sue valli abbondantissime di pesce erano state infatti concesse dall'Imperatore agli Estensi nel 1354. Al tempo del duca Cesare, tuttavia, la S. Sede rivendicò questi territori come proprio feudo, minacciando la scomunica. Nel 1598 gli Estensi persero così Ferrara e Comacchio e si ritirarono a Modena. Nel 1708 l'Imperatore Giuseppe I, in contrasto con la corte pontificia, occupò la città e le valli circostanti, facendo rinascere le aspirazioni del duca di Modena di riavere Comacchio. Per scongiurare lo scontro armato il pontefice Clemente XI e l'imperatore decisero di incontrarsi a Roma per esaminare i titoli del possesso di Comacchio e di Ferrara. II Muratori fu scelto dalla casa d'Este per sostenere le proprie ragioni, mentre Mons. Giusto Fontanini sostenne le ragioni della Chiesa. La disputa per Comacchio, costituì il punto di partenza delle indagini storico-documentarie di Muratori,che porteranno alla redazione delle “Antichità estensi” e ai primi saggi delle “Antiquitates Italicae”. 

Sorbelli, I, pp. 131-143, nr. 10; Melzi, II, p. 341.

  • Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.
  • Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.
  • Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.
  • Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.
  • Piena esposizione de i diritti imperiali ed estensi sopra la città di Comacchio.