Uffizio della beatissima Vergine Maria da dirsi nelle compagnie de’ secolari giusta la riforma di S. Pio V. Papa, confermato ... nuovamente riformato ... Edizione assai migliorata, in cui, oltre i Tuoni de’ Salmi, Inni, Antifone, ec. in canto fermo, vi sono moltissime aggiunte non mai ancora in quest’Uffizio state stampate, come qui dietro si vede; di modo che ora questo libro può anche servire di Diurno per gli Ecclesiastici.

Autore: CHIESA CATTOLICA

Tipografo: Stamperia di Giambatista Fontana (Nel Palazzo dell'Illustrissima Città).

Dati tipografici: Torino,   1763

Formato: in dodicesimo

In-12mo (mm 155x90); pp. 232; 696; 215, [1]. Segnatura: A-I12K8aa-fff12Aa-Ii12. Manca la carta Hh12 (pp. 191-192) della terza parte. Antiporta xilografica (“Regina degli Angioli. S. Raffaele, Tobia, S. Gio di Dio”), frontespizio e testo entro cornice. Carta leggermente ed uniformemente brunita, aloni e lievi fioriture diffuse, piccoli segni di tarlo al margine di alcune carte. Minime mancanze marginali ad alcune carte e piccolo strappo orizzontale (mm 35) all'antiporta. I fascicoli Hh ed Ii risultano un po' sciolti. Note manoscritte ai contropiatti e al risguardo anteriore.

Piena pelle coeva con tassello, titolo e filetti in oro al dorso. Aloni, macchie e piccole mancanze al dorso e ai piatti. Taglio rosso. Tracce di fermagli metallici. 


[6977]