Laboratorio razionalista per Ufficiali di Collaudo al Polverificio di Segni. Prospetto (1932)

Autore: MARCHI, Virgilio (Livorno, 1895-Roma, 1960)

Tipografo:

Dati tipografici:


Matita su carta da lucido. Mm. 320x400. (Pontiggia, p. 65). “Nel 1912, la nascente ditta Bombrini Parodi Delfino (BPD), su personale iniziativa filantropica, finanzia la costruzione di un complesso architettonico urbanistico da far sorgere intorno alla fabbrica di famiglia, nella piccola cittadina di Colleferro. Si tratta del primo prototipo in Italia di villaggio abitativo per operai, a cui segue nel 1932 un secondo progetto firmato da Virgilio Marchi. La serie di laboratori per ufficiali destinati alla nuova acquisizione del BPD della fabbrica di cementi con sede a Segni, permettono all'architetto livornese di sperimentare la nuova sensibilità razionalista. Secondo Marchi, in polemica con il ‘Gruppo 7', la nuova architettura Razionalista, deve soddisfare le esigenze funzionali quotidiane, senza tralasciare l'apporto estetico fornito dai nuovi materiali moderni, ma, soprattutto, essere privo di banalità nella ripetizione di copri rigidi e speculari” (Pontiggia, p. 64).


[10650]