Midolla letteraria della lingua italiana purgata, e corretta con un competente saggio de' suoi quattro principali Dialetti: cui s'aggiugne una midolla di lettere familiari. Per li principianti. Il tutto ordinato con nuovo metodo a pro d'un amico per opera di Stefano Bosolini Padovano.

Autore: BOSOLINI, Stefano

Tipografo: Ottavio Puccinelli

Dati tipografici: Roma, 1750

Formato: in ottavo

In 8vo (18); perg. coeva (con 2 disegni floreali coevi a penna sui piatti); pp. 255. Ottima copia. Prima ancora del Gaffuri, S.B. aveva pubblicato la Midolla letteraria (Venezia, 1724); ma se non vogliamo credere alle parole del titolo, questa grammatica, che pote' essere stata ispirata dalla pubblicazione che appunto circa questo tempo (1720) il Gigli fece delle Opere del Cittadini, piu' che al periodo diremo precorticelliano, sarebbe da riferire a quello postcittadinesco, per la parte ivi data alla fonetica e ai quattro idiomi toscani e al criterio non esclusivamente municipalistico. Ognuno deve cercare, dice l'A., di star nel proprio terreno, evitando i due scogli o di dover praticare la pronunzia fiorentina, e quindi apparire in casa loro affettati e ridicoli, o di scrivere molto diversamente dal loro pronunciare, ch'e' manifestamente contro i dettami di tutti gli Italiani piu' saggi (p. 87). La grammatica e' contenuta nella prima parte [la seconda e la terza trattano l'ars scribendi] (I. Ortografia...; II. Etimologia...; III. Sintassi...; IV. Prosodia...). Da pp. 16-22 riassume i trattati cittadineschi sull'e e l'o aperti e chiusi... (Trabalza, St. della grammatica it., 1908, pp. 391-392).

[1286]