Modo di consecrar le vergini, secondo l'uso del Pontifical Romano. Con la dichiarazion de' misteri delle cerimonie, che in quell'azion si fanno. Del dottore Benedetto Buommattei. Aggiuntovi in fine l'ordine, che in alcuni monasteri si tiene nel dar l'abito a esse vergini. E nel ricever da loro i voti, e velarle. Del medesimo autore.

Autore: BUONMATTEI, Benedetto

Tipografo: Antonio Pinelli

Dati tipografici: Venezia, 1622


Due parti in un volume in 4to (mm 182x138); pp. [16], 147, [1]. Frontespizio generale stampato in rosso  e in nero con marca xilografiica. Frontespizio proprio della seconda parte a c. P1r ("Modo di dar l'abito alle vergini..."), con marca xilografica. Canti gregoriani stampati in nero su tetragramma rosso a diverse cc. Errata a c. S6v. Manca la parte inferiore del frontespizio generale (contente la marca xilografica) sostituito da facsimile. Rinforzo al margine inferiore e a quello esterno di numerose carte, che tuttavia non comporta la perdita di testo. Note manoscritte al recto del risguardo posteriore. Mezza tela moderna con punte. Tagli rossi. 

La prima parte dell'opera è dedicata dallo stampatore al Padre Gabriele Laira, la seconda invece è dedicata dall'autore alla sorella Suor Ippolita Buonmattei. Interessante prima edizione di quest'opera nella quale sono descritte le varie cerimonie per la consacrazione delle "spose di Cristo".

Benedetto Buonmattei (Firenze 1581 - 1647) sacerdote, grammatico e professore presso l'Università  di Pisa. Viene ricordato iin particolare quale autore del trattato "Della lingua toscana". Tra il 1608 e il 1611 fu direttore spirituale e temporale dei monasteri femminili.

 

 


[9720]