La Primavera Sacra componimento per musica nel felicissimo Giorno Natalizio della S.C.R.M. dell’Imperatrice Amalia Wiglelmina l’anno 1710. Poesia del Sig. Silvio Stampiglia tra gli Arcadi Palemone Licurio poeta di S.M. Ces.a Musica del Sig. Antonio Bononcini. Manoscritto su carta. [Vienna, ca. 1710]

Autore: STAMPIGLIA, Silvio (1664-1725)

Tipografo:

Dati tipografici:

Formato: in quarto

In 4to (mm. 210x168). Un fascicolo unico di 10 carte non numerate, di cui l'ultima bianca. Brossura coeva. Fregi calligrafici al titolo e nel testo. Tracce di piegatura, bruniture marginali.

Si tratta di un componimento per musica a sei voci fino ad oggi inedito, che lo Stampiglia scrisse nei suoi anni presso la corte imperiale di Vienna e fu messo in musica da Marco Antonio Bononcini, maestro di cappella di Carlo d'Asburgo, in occasione dei festeggiamenti per il compleanno dell'imperatrice Amalia Guglielmina, moglie di Giuseppe I.

Del componimento pare esistere una sola altra copia conosciuta, conservata presso la Sächsische Landesbibliothek di Dresda.

Attivo inizialmente a Roma, Stampiglia fu uno dei membri fondatori della celebre Accademia dell'Arcadia, nella quale prese il nome di Palemone Licurio.Dal 1696 al 1704 fu a Napoli al servizio della corte del viceré e contemporaneamente scrisse vari drammi per il Teatro San Bartolomeo. Nel 1704 si trasferì a Firenze presso la corte del granduca Ferdinando de' Medici, dove produsse vari lavori che furono rappresentati al Pratolino. Dal 1706 al 1718 fu poeta cesareo e storiografo alla corte imperiale di Vienna. Nel 1722 si trasferì definitivamente a Napoli, dove rimase per il resto della sua vita.

sembra che fosse attivo principalmente come adattatore e traduttore.

OCLC, 314731459.


[8422]