Avicennae Quarta a fen primi libri de universali ratione medendi, nunc primum M. Iacob Mantini medici Hebrei, opera Latinitate donata. MDXXX

Autore AVICENNA (980-1037)-MANTINO, Jacob (m. 1549).
Tipografo Lucantonio Giunta
Dati tipografici Venezia, 
Prezzo Venduto/Sold
Avicennae Quarta a fen

In 8vo (mm. 152x103). Cc. 60. Segnatura: a-g8 h4. Giglio dei Giunta al titolo. Cartonato posteriore. Segno di tarlo nell'angolo superiore esterno delle prime 20 carte che lede leggermente il testo tra le carte 7 e 11, altro segno di tarlo nella stessa posizione tra le cc. 44 e 50, fioriture marginali, a tratti più marcate, titolo lievemente sporco, alone nelle prime carte incluso il titolo, nel complesso buona copia recante alcune sottolineature ed annotazioni marginali antiche.

Rara prima edizione di questa opera di Avicenna nella traduzione di Jacob Mantino. Questi fu un medico ebreo che servì per un periodo papa Paolo III. Colla sua opera ed attività Mantino cercò di unire ed armonizzare la medicina occidentale con quella orientale. Tra le altre cose, pubblicò in latino i trattati medici di Maimonide (Bologna, 1526). La presente traduzione da Avicenna è dedicata al doge Andrea Gritti. Mantino lasciò Venezia per Damasco al seguito del console veneziano, di cui era medico personale. Morì a Damasco poco dopo il suo arrivo.

Edit 16, CNCE3543; Camerini, I, pp. 237-238, nr. 331; USTC, 811590.

  • Avicennae Quarta a fen
  • Avicennae Quarta a fen