La prima [-seconda] parte delle vite di Plutarcho di greco in latino & di latino in volgare tradotte. Nouamente da molti errori corrette & con le sue historie ristampate.

Autore PLUTARCHUS (ca. 46-120).
Tipografo Bernardino Bindoni
Dati tipografici Venezia, 1537
Prezzo 1.400,00
Vite

Due volumi in 8º (mm 155x102). Carte 528; 549 [i.e. 551], [1]. Carta rrr8 bianca. Illustrazioni xilografiche a mezza pagina nel testo, frontespizi incisi su legno entro cornice istoriata, marca incisa su legno in fine. Lavoro di tarlo al frontespizio e alle prime carte della seconda parte, qualche arrossatura.
(legato con:)
IDEM. Alcuni opusculetti de le cose morali del divino Plutarco. In questa nostra lingua tradotti. Venezia, Girolamo Giglio, 1559.
Due parti in un volume in-8º (mm 151x101). Carte 163, [4] (di 5, manca la carta bianca x8); 289, [3]. Marca xilografica al frontespizio, capilettera incisi su legno. Alone, piccoli fori di tarlo e tracce di polvere al frontespizio, gora nel margine interno di poche carte.
Legatura uniforme in mezza pelle con punte del primo Ottocento, carta decorata ai piatti, dorso a tre nervi con fregi e titolo in oro, risguardi in carta rosa. Firma di appartenenza (Francesco Venanzi) al titolo degli Opusculetti.
Pregevole set in tre volumi, rilegati uniformemente in una graziosa legatura di primo Ottocento ed elegantemente impressi in caratteri corsivi, delle due opere principali di Plutarco.
Le Vite sono qui nella traduzione italiana di Battista Alessandro Jaconello da Rieti, pubblicata per la prima volta nel 1482. Gli Opuscoletti sono una ristampa dell'edizione del Tramezzino del 1543, che contiene una scelta dagli Opuscoli morali nella traduzione di Antonio Massa.
I opera: Edit 16, CNCE23131, Hoffmann, III, p. 218. II opera: Edit 16, CNCE25875; Hoffmann, III, p. 222.

  • Vite
  • Vite
  • Vite