Canzuns spirituaelas davart Cristo Gesu il Bun Pastur e deliziusa paschura persias nuorsas...

Autore: FRIZZONI, Giovanni Battista (1727-1800)

Tipografo: Giacomo N. Gadina.

Dati tipografici: Celerina,   1765

Formato: in ottavo

In 8vo (mm 177x94). Pp. [32], 643, [13]. Segnatura: π2 *8 **8 A-Ss8. Bell'antiporta calcografica raffigurante il Buon Pastore (I.W. Kauffer del., E.P.A. Degmair sculps.), frontespizio stampato in rosso e in nero entro cornice calcografica. Frontalini, finalini e fregi xilografici. Annotazioni musicali su cinque righe stampati a caratteri mobili. Minime mancanze all'antiporta e al frontespizio, restauro al margine interno della carta *3, strappo al margine interno della carta *6. Lievi aloni, alcune carte un po' brunite. Foro di tarlo al margine inferiore delle ultime 14 cc., che tuttavia non comporta perdita di testo. Il fascicolo finale Ss è un po' sciolto. Piena pelle coeva con due ganci e fermagli metallici. Fregi impressi a secco al dorso e ai piatti, che presentano abrasioni e lievi mancanze. Dorso a tre nervi. Esemplare genuino.

Prima edizione di questa raccolta di canzoni devozionali in lingua romancia. Gian Battista Frizzoni, nato a Celerina dal pastore protestante Giovanni Frizzoni e da sua moglie Maria Zuan, studiò teologia a Ginevra e a Zurigo. Lavorò inizialmente come tutore per i figli della nobile famiglia von Salis. Prese parte al sinodo del 1748 e divenne ministro di Bondo, dove rimase fino al 1758, quando il suo status fu revocato a causa delle sue simpatie pietiste. Fece quindi ritorno a Celerina, dove prestò servizio fino alla sua morte. Durante questo periodo scrisse e compose diversi inni. Catalogo unico, IT\ICCU\TO0E\059880 (2 sole copie censite).


[7250]